2 novembre: portare i bambini al cimitero?

Nov 01, 12 2 novembre: portare i bambini al cimitero?

Domani cade da calendario il 2 novembre, il giorno nel quale la Chiesa cattolica celebra la Commemorazione dei defunti: una ricorrenza dalle origini antiche sulla quale oggi indubbiamente molte mamme ed ogni papà si interrogano con una serie di domande, del tipo: potare i bambini al cimitero? Parlare ai bambini della morte? Esiste un’età giusta per spiegare ai bambini questi concetti … e … in che modo farlo?

Anzitutto, indubbiamente spiegare ad un bambino cos’è la morte, non è un compito per niente facile ma i pediatri, consigliano di affrontare comunque questo argomento con loro, tendenzialmente dai 3 anni, a meno che proprio nell’ultimo periodo, in famiglia non si sia subito il lutto di una persona particolarmente cara al bambino.

foto cimitero bambiniQuanto poi al come spiegare ai bambini la ricorrenza dei morti, è necessario usare parole semplici e chiare, accompagnate da un tono sereno e sincero, in modo da aiutandoli così a costruire le proprie radici familiari, imparando che la morte è una fase naturale della vita: prima si nasce, quindi si cresce ed infine si muore.

Sarebbe opportuno affrontare quella che è la realtà, approfittando di questo periodo dell’anno, evitando inutili sotterfugi tipo sonni “infiniti” o peggio, che potrebbero solo creare inutili nuove paure (ad esempio legate al momento della nanna o altro) e chiarire che chi è morto purtroppo non tornerà mai più ma è invece di contro consigliabile alleggerire il discorso, dicendo ai bambini che secondo la credenza cristiana, queste persone dal cielo vegliano su di noi e che hanno iniziato una nuova vita.

foto bambiniA seconda dell’età del bambino e del suo livello di comprensione, va comunque vagliato l’approccio con l’argomento morte, per i più piccoli, cioè dai 3 ai 6 anni, indubbiamente quello della morte è un concetto difficile da capire ma i bambini hanno già un bagaglio di ricordi di una persona cara, per cui sarebbe carino accompagnare l’argomento con ad esempio aneddoti, racconti di quando la persona scomparsa era ancora in vita, ad esempio il fatto che alla nonna scomparsa piacevano tanto i fiori … fiori che la prossima volta che si va a trovarla al cimitero le si possono portare e che lei dal cielo guarderà … sorridendo; dando un senso di continuità anche alla morte.

foto nuova vitaPer i bambini invece in età da elementari, il cimitero è il luogo ove andare a trovare una persona cara che non c’è più, guardando le foto di parenti e spiegando loro chi sono e cosa facevano, ammirando gli abiti d’epoca, e leggendo le frasi incise, in loro memoria; mentre infine per gli adolescenti, la morte può essere spiegata proprio come ad un adulto senza trascurare però la loro sensibilità, il dolore e la paura che questo concetto può provocare ma in ogni caso, con ogni bambino … di ogni età è fondamentale lasciare la porta della morte aperta e quindi non dire he dopo la morte tutto finisce ma lasciare aperta la porta ad una nuova vita ….

 

Di Mamma Melacotta

 


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - 2 novembre: portare i bambini al cimitero?... Domani è il 2 novembre, il giorno in cui la Santa Chiesa…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.