Affido e adozione: Il bambino e’ un foglio bianco

Feb 09, 13 Affido e adozione: Il bambino e’ un foglio bianco

Adottare dal latino “ad” che vuol dire per; e “optare” che vuol dire scegliere. Scegliere per: per sé, per altri, per crescere insieme. E il termine è ancora da esplorare comprendendo che nella operazione di adottare c’è il muoversi, muoversi verso qualcuno, verso una storia, verso un orizzonte. E c’è anche il capire. Significa incontrare, mettere in azione una conoscenza che non è semplicemente guardarsi, è anche andare oltre lo sguardo e mettere insieme tanti elementi che non si trovano in un istante: hanno bisogno del tempo, di una lunga strada, di un percorso.

Chi è un bambino adottato?

Quando nasce un bambino è come un foglio bianco, può essere liscio, ruvido e in base alle sue caratteristiche e a ciò che verrà scritto si leggerà un uomo domani.

foto foglio biancoUn bambino adottato è un foglio sul quale qualcuno , la vita, il destino, non possiamo dire chi e perchè ha scritto male e messo da parte in qualche angolo di mondo ad aspettare che qualcun altro lo prenda, legga tra le sue pagine stropicciate, cercando di capire cosa è stato la sua vita fino a quel momento, tentando di correggere per quanto è possibile il danno che è stato fatto.

L’errore che tanti genitori adottivi fanno è quello di pensare, soprattutto se si tratta di bambini più grandi, di cancellare il passato dei loro figli, cambiando nome, abitudini, ed evitando qualsiasi discorso li riporti alle loro origini. Come se avessero scelto un bel bambolotto da un catalogo, e una volta acquistato potessero fare di lui ciò che vogliono.

foto famigliaMa l’adozione è altro, non una sorta di conquista e quindi di far diventare un soggetto padrone e l’altro sua proprietà dove la scelta diventerebbe un affare privato che porta a volte a tornare sulle proprie decisioni e magari rimettere l’oggetto che si è fatto proprio là dove era stato trovato, perché non corrisponde a quello che speravamo. Al di là del gesto immenso d’amore per un bambino che si ritrova da solo senza radici … è importante per capire quanto la nostra vita non debba avere una qualunque collocazione sociale, ma quella che ci renda felici e ci dia l’amore di una famiglia, come figlio condividendo insieme tutto il bagaglio interiore che la vita ci ha donato.

Allora chi è un bambino adottato?? E’ un piccolo dono che aspetta di essere compreso amato e rispettato che con coraggio, con speranza si fida di nuovo della vita, di due sconosciuti che lo porteranno con se…verso una nuova realtà.

 

Di Nadia Loccisano


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.