Aiuti concreti per le mamme single

Mag 01, 13 Aiuti concreti per le mamme single

Il Centro di aiuto alla vita di Bergamo (CAV) ha recentemente evidenziato come stia progressivamente aumentando il numero di donne italiane che chiedono aiuto nel momento delicato della gravidanza, soprattutto quando si ritrovano a doverla affrontare in solitudine.

Tale dato è ben comprensibile se calato nel contesto economico e sociale contemporaneo dove, nella fragilità generale che si respira, mettere al mondo un figlio richiede grande coraggio e forza. A volte, però, anche le migliori buone intenzioni rischiano di scontrarsi contro un assetto quotidiano fatto di difficoltà economiche e materiali che rischiano di compromettere il benessere della mamma e del neonato.

foto-cav.Al Cav si rivolgono infatti sia gestanti sia mamme con bimbi piccoli che non riescono a condurre una vita dignitosa a causa di ristrettezze tali da non poter garantire al bambino il soddisfacimento dei bisogni primari. Accanto alle neo-mamme italiane troviamo molte donne straniere in cerca di un sostegno concreto che sappia esprimere una reale accoglienza.

Certe condizioni di vita spingono alcune donne verso la decisione di interrompere la gravidanza: il Centro di aiuto alla vita vuole ridare una speranza a chi non crede più nelle proprie capacità e a chi si sente perduto. Non si tratta di un semplice aiuto economico, certamente indispensabile e necessario. In questo caso si propone anche uno spazio in cui poter parlare delle proprie difficoltà con il supporto di esperti terapeuti. Si pensa al benessere psicofisico della coppia mamma-bambino andando oltre il supporto materiale.

foto-cavUna donna che si ritrova a vivere una gravidanza da sola, senza la presenza di un compagno o di un marito, può comunque trovare una sfera di serenità attraverso la vicinanza di persone che sappiano accompagnarla in questo percorso delicato e unico. Una mamma single può davvero non sentirsi sola se si circonda di figure leali con le quali poter condividere un cammino fatto di piccoli passi che segnano lo svelarsi di una nuova vita che si apre al mondo.

Parenti e amici si rivelano preziosi compagni di viaggio ma se questi supporti sono troppo lontani (fisicamente o emotivamente) e se il rischio è quello di non poter condividere la gravidanza con nessuno, ecco che il Cav offre un appiglio sicuro attraverso il quale poter tornare a credere in una storia possibile, per sé e per il proprio figlio.

Nell’Ottobre 2010 la Regione Lombardia ha attivato progetti specifici per le madri che, di fronte a gravi problemi economici, rinunciano ad interrompere la gravidanza proprio attraverso l’accettazione di un supporto derivante dall’azione di consultori (pubblici o privati accreditati) in collaborazione proprio con i Centri di aiuto alla vita.

Questa esperienza significativa continua anche oggi: con la delibera 4226 del 20 Ottobre 2012, infatti, sono stati stanziati cinque milioni di euro per l’anno 2013 a favore di questi progetti.

Si tratta, in concreto, di poter usufruire di beni e servizi per la madre e il bambino. Chiunque può reperire informazioni utilissime consultando il sito della Regione Lombardia. www.famiglia.regione.lombardia.it .

foto-progetto-gemmaA livello nazionale opera invece il progetto Gemma. Tale realtà nasce nel 1994 come servizio per l’adozione prenatale a distanza di madri che pensano all’interruzione della gravidanza in quanto impossibilitate a far fronte alle necessità di cui è portatore un bambino. Attraverso questo progetto, con un contributo economico mensile, è possibile aiutare concretamente una mamma e il suo bambino per diciotto mesi. I Cav nazionali sono in grado di fornire qualsiasi informazione riguardante il progetto.

Prendersi cura di un bambino e della sua mamma permette una vita migliore a chi è in cerca di un aiuto e, regalando un pizzico di felicità, ci sentiremo meno soli anche noi.

.

di Alessandra Banfi

 

 

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.