Bambini e oggetti del cuore

Nov 14, 12 Bambini e oggetti del cuore

Quando vedi dei piedini che camminano trascinandosi dietro un’ingombrante coperta di lana comprendi che per quel bambino “quella” coperta non è un semplice oggetto per proteggersi dal freddo, è qualcosa di più.

La copertina in questo caso perde il suo significato letterale di coprire e diviene un oggetto definito dagli psicologi “transizionale”, ovvero che consente un passaggio dolce di distacco dalla mamma e dal papà, infatti è molto utile quando i piccoli iniziano ad andare all’asilo o durante la nanna.

L’attaccamento avviene nei primi mesi di vita e solitamente si ha verso una coperta di morbida lana o anche un semplice lenzuolo usati appena dopo la nascita, per poi arrivare ad orsetti o bambole.

foto bimba pupazzoPer il bambino avere sempre con sé uno di questi oggetti del cuore ha un effetto tranquillizzante che gli consente di sentirsi sempre in un ambiente conosciuto e accogliente e di avere con sé un valido calmante e antistress.

L’amore verso questi oggetti nasce di solito ancora prima che i piccoli vengano al mondo, quando mamma e papà arredano la cameretta scegliendo un oggetto particolare per la culla del nascituro. Ma l’attaccamento può avvenire anche indipendentemente dalla scelta dei genitori.

Alcuni bimbi hanno delle vere e proprie crisi quando l’oggetto in questione viene dimenticato o non si trova, per questo è importante che i genitori gli diano sempre la giusta importanza prendendosene cura e stando attenti a non perderlo.

Quello che i bambini desiderano è sicurezza e i loro oggetti prediletti li aiutano quando i genitori non sono presenti o quando i bambini hanno bisogno di sentirsi coccolati e protetti. Tutto questo perché i bimbi appena nati si sentono un tutt’uno con la propria madre, per cui quando si arriva alla fase in cui vi è un distacco tra mamma e bambino occorre la presenza di qualcosa che rassicuri, che faccia capire al piccolo che la madre si è allontanata temporaneamente ma che gli ha lasciato qualcosa per consolarlo.

foto bimba pupazzoQuesto attaccamento non dura per sempre, ma il momento in cui staccare i bambini dai loro oggetti del cuore non deve mai essere forzato bensì deve avvenire naturalmente, per evitare traumi o ricordi sgradevoli.

Quando la mamma si allontana il bambino si calma o succhiandosi il pollice o l’orsetto o la copertina, crescendo lentamente supera questa fase sostituendo a tutto ciò l’immagine della madre, consapevole che presto tornerà.

Di Laura Rossi


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - Bambini e oggetti del cuore... Avete presente Linus e la sua famosa copertina? Ebbene non è difficile trovare dei…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.