Bambini: la disciplina è insegnamento, non punizione

Gen 29, 13 Bambini: la disciplina è insegnamento, non punizione

Tra disciplina, autodisciplina e voglia di trasgredire. La disciplina è insegnamento, non punizione.

Tra le tantissime cose amorevoli che un bambino riceve dai propri genitori, una delle più importanti è la disciplina, grazie alla quale il bambino potrà poi auto disciplinarsi.

Sappiamo ormai da pedagogisti ed educatori quanto siano necessari i limiti, soprattutto perché i “no” sono quelli che insieme all’amore danno sicurezza al bambino, facendolo sentire amato.

L’approccio da parte dei genitori alla disciplina inizia molto presto, già nei primissimi giorni di vita del bambino, quando gattonando in direzione della presa elettrica sul muro, egli si girerà per guardare l’espressione contratta del genitore, per poi continuare velocemente verso l’obiettivo, sentendo la presenza sicura dell’adulto che prontamente lo fermerà.

foto disciplinaDa questo momento in poi non basterà più soddisfare i bisogni del bambino e proteggerlo, ma i genitori dovranno porre dei paletti al desiderio di trasgredire del bambino, e iniziare a proteggerlo da se stesso.

Solo stabilendo un insieme di limiti i genitori aiuteranno il bambino nella sua formazione di valori interni di cui necessiterà nell’intera vita.

Non sarà un compito piacevole per mamma e papà, bisognerà confrontarsi con la sofferenza del figlio ma anche con la propria. Se può essere di aiuto, in quei momenti provate a ricordare i “no” imposti dai vostri genitori, a come avete reagito alla disciplina, alle emozioni che avete provato e non meno importante, ai risultati finali conseguiti. Comprendere come questo sia un rito di passaggio in ogni famiglia e per ciascuna generazione non solo genitoriale, può certamente facilitare il compiere di questo percorso che richiederà alcuni anni.

La disciplina deve essere adattata alle caratteristiche di ciascun bambino: sarà necessario trovare la modalità più efficace per arrivare all’intelligenza e alla emotività del bambino e nella maniera migliore per le qualità caratteriali del bambino in questione. Vi aiuteranno il tempo, gli errori, i successi e soprattutto l’istinto di genitore.

foto disciplinaI primi sei anni di vita offrono possibilità di apprendimento enormi, come è stato già argomentato in altri articoli, e quindi opportuno approfittare di questa ricchezza anche per ciò che riguarda l’insegnamento delle prime regole e della disciplina.

Per farlo bisogna saper vedere in anticipo le conquiste che si otterranno dalle regole disciplinari:

  • l’autocontrollo: il bambino imparerà a riconoscere i suoi impulsi e a regolare il proprio comportamento;
  • riconoscere i propri sentimenti e come nascono, capire di poterli esprimere se si vuole;
  • riconoscere i sentimenti degli altri;
  • riuscire a motivare il proprio comportamento;
  • scoprire l’altruismo.

Queste capacità sono importantissime per una crescita equilibrata e risulteranno di vitale importanza durante l’adolescenza e per tutto il resto della vita. Impararle in età avanzata è più difficile per il bambino e senza di esse altrettanto difficili saranno le sfide della crescita.

foto noQuindi cari genitori barra a dritta e avanti tutta, organizzatevi perché il bambino possa dal principio acquisire le regole del sonno, della pappa e del pianto, osservatelo e dategli così il tempo necessario perché impari a calmarsi senza il vostro aiuto, guardatelo sempre mentre gli spiegate il perché di quel “no”, il bambino impara ad interpretare le vostre espressioni, e ripetete, ripetete, ripetete quel “no”, il bambino impara attraverso la ripetizione, importantissima finché la lezione non sia stata appresa completamente.

Il modo in cui insegniamo la disciplina a nostro figlio sarà il modo in cui egli si rapporterà alla società, riportando in essa i propri valori e le proprie idee.

Di Simona Novacco

Bibliografia: Il Tuo Bambino E… La Disciplina Di T. Berry Bi8razelton, D Sparrow, Raffaello Cortina Editore.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.