Bimbi in viaggio

Apr 01, 13 Bimbi in viaggio

I viaggi con i bimbi sono sempre i più impegnativi, ma sono anche quelli più belli.

Se vi capita di dover percorrere un lungo tragitto per giungere alla meta desiderata è probabile che se buona parte del viaggio la passiate a controllare i loro movimenti, i loro bisogni e le loro richieste, la parte rimanente, se si è così fortunati che per stanchezza si addormentano, tutto ciò che avete intorno acquista un altro sapore: un paesaggio sembra più rilassante, un seggiolino meno scomodo e la meta da raggiungere ancor più degna di essere attesa.

Insomma, se decidete di partire con i vostri bambini, bisogna che consideriate tutte le difficoltà che vi troverete ad affrontare, ma, con un po’ di organizzazione, superate queste, partire col bebè vale sempre la pena.

foto-bimbi-viaggio.....Per quanto riguarda il mezzo di trasporto le alternative non sono poche: auto, treno, aereo, traghetto … ormai il bebè è ben accolto dovunque!

Se scegliete di partire con l’automobile, considerate che questo è sicuramente il mezzo che garantisce maggiore autonomia e libertà sia nell’assecondare i propri tempi che le proprie necessità. Attualmente in soccorso di mamme e papà si sono attrezzate sempre più aree di sosta per garantire ai genitori servizi efficienti come baby room per cambio pannolino e/o poppata di emergenza; bagnetti su misura per i bambini con mini-wc e mini-lavandini e toilette formato famiglia per garantire l’ingresso anche alle mamme con il passeggino. Importante è anche il momento del pasto che non viene trascurato nell’offerta proposta dai vari Autogrill che forniscono (oltre al seggiolone!) sia i tradizionali menù bambino che omogeneizzati per i più piccini.

foto-bimbi-viaggio...Recentemente anche il treno si è evoluto: in Italia (parlo per le grandi distanze) sia la compagnia nazionale Frecciarossa che con il treno Italo offrono la possibilità di un viaggio gratuito per i bimbi da 0 a 3 anni a patto che il bimbo lo si tenga in braccio; nel caso però si volesse prenotare il posto anche al piccolo viaggiatore, il biglietto costerebbe circa la metà del prezzo intero. Per i servizi specifici bisogna ancora attendere un po’, ma già Italo mostra un’attenzione in più proponendo toilette più spaziose in cui è presente anche il fasciatoio per un’eventuale urgenza di cambio pannolino.

foto-bimbi-viaggio..Se decidete di raggiungere la vostra meta optando per l’aereo, considerate che il bimbo, per quanto piccolo paga sempre il suo biglietto in percentuale minore rispetto al prezzo intero in base all’età. Se i costi dipendono dalle varie compagnie, quasi tutte prevedono che da 0 a 2 anni il bimbo vada tenuto in braccio allacciato al genitore tramite una cintura di sicurezza supplementare, mentre dai 2 anni in poi ha diritto al proprio posto. Per quanto siano il mezzo più rapido e comodo per certi versi, gli aerei nazionali non offrono ancora validi servizi a chi viaggia con i bambini più piccoli e in caso di emergenza pannolino non troverete un fasciatoio e sarà difficoltoso entrare in bagno col bebè … tuttavia il personale di bordo, sempre efficiente e disponibile ad ogni vostra richiesta (come ad esempio riscaldare il biberon ecc…), sarà in grado di assistervi e supportarvi in caso abbiate bisogno di aiuto.

foto-bimbi-viaggio....Per gli spostamenti in nave o traghetto, oltre ad avere la possibilità di imbarcare l’auto e un numero illimitato di bagagli (cosa da non sottovalutare considerato quanto si è carichi quando si viaggia in compagnia dei bimbi), la maggior parte delle navi garantisce numerosi servizi per i più piccini: sono attrezzate di fasciatoi per il cambio, di seggioloni, scaldabiberon e menù per i più piccini per il momento della pappa, di lettini da viaggio e lenzuoline per la nanna. Per molte compagnie i bimbi fino a quattro anni (per la maggior parte delle destinazioni) viaggiano gratis.

Insomma, esaminate le varie possibilità, non resta che decidersi e partire: qualunque sia la vostra scelta pensate a quanto il viaggio sia un’esperienza importante per il vostro bambino, a quanto si rilasserà stando seduto in macchina nel suo seggiolino a guardare i paesaggi, le macchine e le case che si troverà dinanzi, a quanto si divertirà in treno salendo e scendendo dalla sua poltroncina, a quanto si stupirà in aereo trattenendo il fiato al momento del decollo o a quanto gli piacerà correre a guardare il mare dal traghetto …

Per il resto non fatevi cogliere impreparati, intrattenete il vostro piccolo con i giochi che più gradisce: macchinine e adesivi per i maschietti, bamboline e pastelli per le femminucce e per tutti tante canzoncine per rendere il vostro viaggio allegro e davvero indimenticabile!

 .

Di Carla Marianna Mazzone


2 Comments

  1. paola /

    e se hai due bambini e devi affrontare un viaggio in macchina di circa 10 ore? chi si rilassa?
    perchè non consigli qualcosa anche a noi?

    • admin /

      Ciao Paola,
      grazie per lo spunto … presto pubblicheremo un nuovo articolo per i viaggi “in quattro”!
      Un abbraccio … a presto!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.