Coliche: la Regola del 3 nei neonati

Apr 23, 13 Coliche: la Regola del 3 nei neonati

Le coliche sono disturbi che colpiscono il 10 % dei neonati nei primi mesi di vita. Questi, oltre ad essere un fastidio per il bambino, lo sono anche per i genitori, che si sentono talvolta impotenti, di fronte al pianto causato da questi fastidi.

È bene specificare che non si può sempre parlare di coliche. Non bisogna pensare che, ogni volta che il bimbo piange, sia tutta colpa delle coliche. Soprattutto durante le prime settimane, nei neonati un pianto che si prolunga per dure ore al giorno, è totalmente fisiologico e fa parte dello sviluppo quotidiano.
Rispettando la Regola del 3, si potrà ipotizzare un fastidio su tre, causato dalle coliche. Il dottor Wessel, negli anni ’50 ha infatti coniato questa regola, che vale tutt’ora.

foto-coliche-neonati.Si tratta di coliche se ci troviamo di fronte ad: un lattante sano, ben nutrito e che, piange per più di tre ore al giorno, per più di tre giorni alla settimana e per più di tre settimane di seguito.

I sintomi hanno, inoltre, caratteristiche precise. All’improvviso, il bambino comincia a essere irrequieto, strillare, diventare pallido o cianotico. Neanche il seno della mamma, il ciuccio od altro, potranno consolarlo. Tra una crisi e l’altra può calmarsi o addormentarsi, dandogli un sollievo, seppur momentaneo.
Di solito, le crisi sono più frequenti durante le ore serali, se il bambino è già al periodo in cui è allattato al biberon, mentre se invece il bambino è ancora allattato al seno, si possono manifestare in qualunque momento della giornata.

foto-bimbo-biberonLe coliche, generalmente, cominciano a manifestarsi intorno alle 4 settimane. Queste sono autolimitanti, cioè si riducono dopo i tre mesi, cessando gradualmente del tutto.
La prognosi delle coliche gassose è buona per il sintomo in sé, ma alcuni studi hanno dimostrato che, il lattante con fastidi di coliche, abbia un rischio maggiore di presentare disturbi del sonno, dell’attenzione e dell’umore.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.