Come far addormentare il bambino

Nov 12, 12 Come far addormentare il bambino

Risulta spesso problematico insegnare al bimbo ad addormentarsi da solo. Esistono delle linee guida per aiutare i genitori in questo arduo compito; anche se va ricordato che ogni bimbo è diverso dagli altri e non esistono regole precise.

  • Creare un ritmo: il bambino ha bisogno di routine, quindi è indicato cercare di metterlo a nanna sempre alla stessa ora. E’ anche importante creare un vero e proprio rito della nanna, ossia ripetere le stesse cose tutte le sere prima di dormire; che sia il bagnetto, leggere una favola, cantare una canzoncina o fare un massaggio rilassante, non ha importanza; la regolarità è fondamentale per i bimbi, dà loro sicurezza, li rassicura e gli permette di riconoscere il momento di andare a dormire.
  • Dopo averlo accompagnato a letto, bisogna stargli accanto e fargli sentire la nostra presenza, magari accarezzandolo.
  • foto nannaMusica di sottofondo: la musica può aiutare il bimbo a rilassarsi, oppure la mamma può cantare una ninna nanna.
  • Bisogna mostrarsi determinati: se il bimbo percepisce la fermezza di mamma e papà sul fatto che dovrà dormire nel suo lettino, si arrenderà (magari non proprio subito) e dopo qualche notte si convincerà (o rassegnerà).
  • Lasciare una piccola luce accesa: cosi se si sveglia durante la notte capirà dove si trova.
  • Avere pazienza: durante i primi periodi bisogna mettere in conto qualche notte difficile. E in questo caso consolare il bimbo, coccolarlo e stargli accanto è la strategia migliore. È importante non avere ripensamenti, perché anche solo una piccola incoerenza può rivelarsi controproducente.
  • foto ciuccioIl ciuccio: per molti bambini è di grande consolazione. Fino ai 3 anni è giusto assecondarli tranquillamente, poi bisognerebbe piano piano concederlo solo nei momenti di riposo prima della nanna fino ad eliminarlo del tutto.

Cose da evitare…

  • Non innervosirsi anche se la stanchezza è molta; il bimbo non deve sentirsi aggredito perché cosi aumenteranno solo le sue insicurezze e avrà ancora più bisogno dei genitori.
  • Se non si vuole più concedere la poppata notturna o non si vuole più portarlo con sé nel lettone, non bisogna accorrere al primo pianto ma aspettare un po’ in modo che impari a mano a mano a consolarsi da solo.
  • foto bimbo nannaCi sono bimbi che hanno più difficoltà a prendere bene i ritmi, altri meno. C’è da dire che qualsiasi novità, ansia, preoccupazione o paura viene assimilata da loro durante il sonno quindi è facile che i grandi cambiamenti lo compromettano.

In ogni caso l’importante per un genitore è non perdere la speranza…prima o poi si riuscirà a dormire di nuovo una notte intera!!!

Di Carlotta Biancheri


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - Come far addormentare il bambino... La nanna è un momento davvero delicato della giornata di ogni bambino; un momento…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.