Congestione nasale: aspiratore manuale o elettrico

Set 09, 12 Congestione nasale: aspiratore manuale o elettrico

Quante volte sentendo starnutire il proprio bambino una mamma è andata nel panico pensando al nasino colante e alle notti insonni “in arrivo”? Ma proprio perchè ogni mamma conosce il suo bambino, ecco che nello stipetto in bagno, ha sempre della soluzione fisiologica, in fialette monodose, in boccettone o sotto ogni forma ed un aspiratore nasale, per fronteggiare ogni situazione.

Un’accoppiata indubbiamente vincente infatti quella della soluzione fisiologica e dell’aspiratore nasale manuale ma a dirla tutta … anche fastidiosa: avete mai provato a spruzzarvi qualche goccia di acqua salata e sterilizzata? Ed effettivamente benchè sia una pratica molto importante ed utile per prevenire ed aiutare la decongestione nasale del bambino, è una cosa decisamente molto ma molto fastidiosa!

La domanda quindi è: esiste un’alternativa all’accoppiata aspiratore nasale-soluzione fisiologica? Esiste qualcosa in grado di liberare il bambino da quella sensazione orribile? Chi o per meglio dire cosa può liberare la mamma dall’affanno che le viene tirando su in continuazione?

Presto detto, l’alternativa e’ l’ aspiratore nasale elettrico, uno strumento alimentato da comuni batterie stilo ( magari ricaricabili, se teniamo all’ambiente oltre che al nostro portafogli) che aiuta la decongestione in modo semplice, sicuro e rapido, pulendo il naso del bambino in profondità, fino alle fosse nasali, spesso senza peraltro instillare la soluzione fisiologica, essendo molto ben tollerato dai bambini da 0 a 3 anni.Foto aspiratore elettrico

Da considerare inoltre che il raccogli-muco ed ogni parte dell’aspiratore elettrico, che viene a contatto con le secrezioni nasali, sono peraltro semplicemente lavabili e sterilizzabili a caldo o a freddo, essendo così riutilizzabili in totale sicurezza!

Un prodotto innovativo davanti al quale le care nonnine molto probabilmente storcerebbero il naso, ripensando ai loro saggi “vecchi rimedi” ormai non più in auge ma il progresso è bello anche per questo: il vecchio che si fonde o fa spazio al nuovo, per aiutare noi mamme a rendere più semplice un gesto quotidiano d’amore per i nostri piccoli, quindi consigliato ad ogni neo-mamma o veterana!

 

Di Gabriella Faiazza


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.