Donna in coma partorisce una bambina

Mar 20, 13 Donna in coma partorisce una bambina

Notizie da Catania, ove una mamma 33enne in coma, ha dato alla luce la sua bambina.

Un parto ovviamente avvenuto per cesareo, quello di una donna 33enne, I. G., che in coma da 2 giorni per un’emorragia celebrale alla 32esima settimana di gravidanza, ha partorito ieri nella Rianimazione dell’ospedale Garibaldi di Catania dove e’ ricoverata.

La donna che era alla 32esima settimana di gestazione, ha dato alla luce una bambina di 1,530 chili, chiamata Rebecca Maria, che e’ stata trasferita nel reparto di Neonatologia, dove e’ sottoposta alle cure, in incubatrice, per immaturi.

E’ il 14/mo caso in Italia, e il terzo alla rianimazione del Garibaldi di Catania, diretto dal Dottor Sergio Pintaudi.

foto ospedale cataniaDurante l’intervento del cesareo, le condizioni emodinamiche della donna in coma, si sono mantenute stabili e i parametri vitali tenuti costantemente sotto controllo e dopo il parto, è stata eseguita per sicurezza una Tac dell’encefalo, onde controllare lo stato di emorragia cerebrale.

Quello di questa mamma è il 14° caso in Italia ed il terzo presso il presidio ospedaliero di Catania, dopo i casi di Antonella Caruso, che il 6 dicembre 2003, a 26 anni, entrò in coma per un’emorragia cerebrale alla 19 settimana di gestazione, partorendo poi una bambina, Ylenia, il 21 febbraio 2004, dopo 11 settimane di coma; ed il caso di Mariangela Basile di Modica, che il 7 agosto 2006, a 21 anni, dopo 35 giorni di coma profondo, per emorragia cerebrale al settimo mese di gravidanza, ha partorito Sofia Benedetta.

foto mamma bambinoUn caso quest’ultimo che ha visto poi la donna risvegliarsi dal coma, circa venti giorni dopo il parto, scoprendo di essere diventata mamma e potendo abbracciare la sua bambina: un lieto fine che ci auguriamo si verifichi anche per questa mamma.

 

Di Mamma Melacotta

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.