Famiglia: oggi la mantengono le donne

Mag 27, 13 Famiglia: oggi la mantengono le donne

I dati Istat mostrano che a causa della crisi cresce sempre più l’occupazione femminile.

Secondo gli ultimi dati è emerso infatti che specialmente nel Meridione sono sempre più le cinquantenni che si sono dovute cercare un lavoro, per come si suol dire “arrivare a fine mese. Il motivo che spinge sempre più donne ad aprirsi al mercato è l’indigenza, che ha colpito una famiglia su quattro tra il 2010 e il 2012, poiché pare che se il motivo fosse stato per libera scelta, sembra che non l’avrebbero fatto.

foto-donne-lavoro.I dati rivelano infatti che per le donne il lavoro è indifferente, nel senso che non disdegnano il lavoro ne che sia part-time o a tempo determinato, in quanto ne hanno bisogno, per contribuire al budget famigliare, sempre più preso di mira dalla disoccupazione, o dalla precarietà, del lavoro del marito.
Seppure ancora molto distante dalle medie europee (circa il 47 per cento contro il 58 per cento, della media europea), la crescita dell’occupazione femminile è cresciuta rispetto allo scorso anno.

Questo fenomeno è stato causa di tre fattori specifici:

  • l’effetto della legge Fornero sull’età pensionabile, che ha determinato la permanenza sul posto di lavoro di un maggiore numero di ultra cinquantenni rispetto a prima;
  • la crescita delle donne straniere incaricate dei lavori di cura, come le badanti, le assistenti familiari, ecc.;
  • il disagio, specie nel Meridione, in cui le famiglie con figli, in cui nella coppia è solo la donna a lavorare, che sono aumentate dalle 224 mila nel 2008, alle 381 mila nel 2012.

foto-donne-lavoro..Il rapporto rileva inoltre, che il peggioramento delle condizioni generali del mercato del lavoro, ha intensificato il fenomeno della segregazione di genere. Questo significa che le donne, che siano mamme e nonne, si stanno adattando a svolgere qualunque tipo di lavoro, pur di arrivare a fine mese con uno stipendio più o meno proficuo.

La crisi ha profondamente cambiato il mondo del lavoro e l’assetto famigliare: raddoppia il part-time involontario, abbatte il lavoro standard, colpisce l’occupazione maschile e aumenta quella femminile.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.