Gli ossiuri nel bambino

Nov 03, 12 Gli ossiuri nel bambino

Piena notte il bambino si sveglia irrequieto nel letto e con prurito anale notturno e spasmodico, possiamo trovarci a contatto di una infestazione di ossiuri.

Gli ossiuri sono i vermi che più frequentemente sono responsabili di una parassitosi intestinale: un’infezione, quella da ossiuri (od enterobiosi), che colpisce milioni di persone ogni anno, specialmente bambini in età scolare e frequentanti comunità.

L’entrobius vermicularis responsabile dell’infezione si trasmette per contagio interumano e non attraverso animale e uomo. foto entrobius vermicularisE’ un parassita molto infestante e non è più frequente in condizioni di degrado sociale o igienico ma è indipendente dal grado di pulizia dell’ospite. L’infestazione avviene attraverso l’ingestione o l’inalazione di uova di parassiti che possono trovarsi su mani, superfici, biancheria da letto, vestiti soprattutto le mutandine, cibo, bicchieri giocattoli, unghie del bambino dopo essersi grattato.

Le uova una volta ingerite migrano fino all’intestino tenue dove si schiudono e scendono nella prima parte del colon. Le larve qui giunte si attaccano alla parte interna dell’intestino con la testa crescono fino a giungere a maturità fisica. Dopo un periodo di circa 2-4 settimane sono completamente adulti e in grado di riprodursi. Una volta adulti e sessualmente attivi migrano verso il retto e i vermi femmina escono di notte a deporre le uova al di fuori del corpo. Depone circa 10000 uova nella biancheria intima e poi muore concludendo il suo ciclo di vita.foto ossiuri bambino sederino

Premesso che esistono anche ossiuriasi senza sintomi, i più frequenti sono:

  • prurito notturno anale dovuto a morsi dei vermi femmina nella cute perianale;
  • disturbi del sonno;
  • lesioni da grattamento anali e lesioni eczematose dovute a infezione batterica delle lesioni provocate grattandosi;
  • anemia da perdita di ferro e vitamina b12;
  • irritabilità e inappetenza;
  • diarrea e dolore addominale;
  • vaginiti per migrazione dei vermi che causano infezioni in vagina;
  • uretriti;
  • reazioni allergiche ai parassiti.

foto ossiuriCome si fa a fare diagnosi di parassitosi? La prima osservazione può venire dalle mamme che vedono e scorgono nelle feci e sulla biancheria dei piccoli filamenti bianchi mobili. La diagnosi però viene effettuata da parte di un laboratorio microbiologico con l’analisi dello scotch si analizzano le uova raccolte con nastro adesivo trasparente posto su ano. Una volta posta la diagnosi il pediatra prescriverà una cura a base di vermifughi che vengono calibrati sul peso del bambino e sotto controllo medico.

Una volta debellata l’infezione, per evitarla, ecco alcune precauzioni da attuare:

  • lavare le mani ogni volta si tocca terra e prima di mangiare;
  • foto lavare manicambiare la biancheria intima quotidianamente dopo la doccia;
  • prestare particolare cura nella gestione della biancheria e di pigiami e lenzuola;
  • tenere le unghie dei bambini corte e cercare di non far portare le mani alla bocca;
  • controllare la qualità degli alimenti assunti dai bambini;
  • lavare accuratamente i cibi che vanno consumati crudi e soprattutto frutta e verdura e se è possibile accertarsi che non vengano innaffiate con liquami.

Di Roberta Tonini


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - Gli ossiuri nel bambino... Gli ossiuri sono dei vermi responsabili di una fastidiosissima parassitosi intestinale che ogni anno miete…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.