Gorzone: raggiro spinge asilo alla chiusura

Mag 31, 13 Gorzone: raggiro spinge asilo alla chiusura

Brutta vicenda per la scuola materna di Gorzone. L’asilo “Isabella” è a un passo dalla chiusura definitiva, lasciando sei dipendenti dell’istituto gestito dalla parrocchia senza lavoro.

L’Ufficio Provinciale scolastico di Brescia è stato costretto da Equitalia a bloccare un finanziamento alla scuola di 15mila Euro, a causa del congelamento del contributo e altri fondi in virtù di una vertenza fiscale.

E’ una spiacevole conseguenza di un presunto raggiro subito mesi fa dalla scuola: dal 2012 l’istituto ha iniziato a ricevere cartelle esattoriali Equitalia, inerenti a contributi non versati nei 5 anni prima. Il parroco, andando in fondo a questa faccenda, ha scoperto che il consulente fiscale designato dal 1990 a seguire la contabilità della scuola, anziché versare gli assegni all’Agenzia delle Entrate per pagare le imposte e i contributi, ha incassato gli assegni, mettendo l’istituto nei guai.

foto-asilo.Una presunta truffa, che ha spinto i vertici della scuola a sporgere denuncia alla Guardia di Finanza, ma la situazione è solo peggiorata.

La parrocchia di Gorzone, ora come ora, si trova letteralmente sepolta dai debiti, che si sono presentati sotto forma di cartelle esattoriali, per una cifra di 200mila Euro, cifra che sta crescendo per via degli interessi di mora.

E’ stato inoltre dimostrato, tramite la documentazione del parroco Don Paolo Bonaldi alla Guardia di Finanza, che l’istituto aveva dato piena delega allo studio commercialista di Darfo Boario Terme, che pare abbia raggirato altri clienti allo stesso modo, tra i quali, imprenditori che ora hanno migliaia di Euro da rendere all’Erario.

La scuola si prende cura di ben 35 bambini e come sostentamento ha solamente i fondi pubblici e le rette delle famiglie, ma i primi, come prassi, sono stati congelati da Equitalia. La soluzione più facile sarebbe chiudere l’Istituto, ma la Curia è preoccupata anche per i dipendenti della struttura scolastica, avvertiti tempestivamente dal parroco in un incontro da lui organizzato.

foto-asilo..In paese serpeggia l’indignazione e l’impotenza contro una vicenda che sembra una montagna invalicabile. Tutti si augurano che si risolva tutto quanto prima e che l’asilo possa uscire da questo tremendo baratro che lo stà portando alla chiusura!

.

di Elisabetta Coni

 

 

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.