Gravidanza: le smagliature

Apr 11, 13 Gravidanza: le smagliature

Le smagliature sono uno degli inestetismi più temuti e più antiestetici della gravidanza. Esse sono causate dalla tensione subita, con l’aumento del pancione.

Dopo le macchie, le smagliature sono l’altra brutta conseguenza di questo bellissimo periodo. Anche perché ci sono alcune donnepredestinate“, che hanno i tessuti meno elastici, che ne risentono in modo particolare. Le smagliature sono un’infiammazione del tessuto elastico, che guarisce con un esito cicatriziale, prima rossa, successivamente bianca, lasciando il “ricordo” irreversibilmente.

Ma quando compaiono? Come si prevengono? E se arrivano?

foto-smagliatureQueste compaiono nei momenti di maggiore trazione del tessuto, in altre parole compaiono quando si aumenta di peso molto rapidamente. In gravidanza si è maggiormente a rischio rispetto a quando, durante la pubertà siano comparse alcune smagliature.

Per prevenire questi inestetismi è importante evitare di accumulare chili in più, rispetto a quelli necessari, seguire una buona dieta ed ovviamente stop alla sedentarietà. Per mantenere la cute elastica ed idratata, le creme possono essere d’aiuto … sia chiaro: non fanno miracoli! Per riuscire a controbattere le smagliature, è importante che la crema sia applicata appena si scopre della gravidanza, affinché la pelle sia abituata e più resistente.

Se le smagliature sono già parte del vostro corpo, possono essere attenuate – non eliminate, attenzione – grazie ad alcuni trattamenti di medicina estetica. Se le smagliature sono ancora di colore rosso, i trattamenti risulteranno più efficaci, mentre se sono già bianche sarà difficile nasconderle. In realtà, esistono non uno, ma ben tre trattamenti che possono aiutare. Ovviamente devono essere eseguiti dal medico estetico o da un dermatologo.

foto-pancione-cremaIl laser resurfacing è il trattamento che viene utilizzato per cicatrici post acne ed anche per le smagliature. Non da gli stessi risultati, ed i rischi non sono improbabili. Può causare la comparsa di chiazze più chiare, o più scure, e cicatrici superiori all’inestetismo corretto.
I peeling chimici producono un’abrasione sulla superficie cutanea, riattivando così il metabolismo cellulare nella parte interessata.
La carbossiterapia è un’iniezione di anidride carbonica che migliora l’ossigenazione di tessuti.

.

di Mena