Gravidanza: peluria in eccesso? E’ possibile?

Apr 22, 13 Gravidanza: peluria in eccesso? E’ possibile?

Vi è mai capitato, care amiche, di dover fare i conti, durante il dolce attendere, con una seccatura che, per certi versi potrebbe apparire buffa ma, parimenti, alquanto antiestetica come l’improvvisa efflorescenza di piccoli ciuffetti pelosi in alcune zone del vostro corpo che fino a nove mesi prima erano rimaste pressoché incontaminate?

Ebbene sì, donne, si tratta di un fenomeno che può capitarvi, ma niente paura! Non è nulla di cui preoccuparsi, anzi, la probabile comparsa di peli su pancia, viso, attorno ai capezzoli, su gambe e braccia deriverebbe da un aumento di estrogeni e progesterone che in gravidanza è normale accada, al fine di preservare l’endometrio, preparare la ghiandola mammaria alla lattazione, nonché evitare l’originarsi di nuovi follicoli ovarici.

FOTO-PELI-MAMMADurante il periodo di gestazione, il corpo subisce non pochi mutamenti (basti pensare a quello più evidente, ovvero la progressiva lievitazione addominale) causati dallo scombussolamento ormonale che spesso finisce per procurare fastidi come la comparsa di acne, o di macchie scure che tendono a localizzarsi principalmente su naso, fronte, labbro superiore note col nome di cloasma gravidico (o meglio conosciute mediante l’epiteto di “maschera della gravidanza”): si tratta di un’alterazione pigmentaria della cute dovuta ad un accumulo di melanina e all’aumento della produzione di melanociti, per i cambiamenti subìti dagli ormoni in gravidanza. Queste particolari alterazioni della cute arriverebbero a palesarsi non solo sulle zone corporee precedentemente descritte, ma anche sull’ areola mammaria, a partire dal quarto mese, per poi scomparire poco dopo il parto.

Il proliferare di peli su viso e addome non dovrebbe turbare a lungo le vostre giornate, poiché anche in questo caso, si tratta di un fenomeno episodico di breve permanenza e dovrebbe dissolversi spontaneamente dopo circa sei mesi dal parto. Se ciò non accadesse, non allarmatevi: potrete sempre puntare, come soluzione, a sessioni di laser per eliminare i peli in eccesso o ricorrere all’elettrocoagulazione (metodi efficaci ma costosi), tuttavia badate bene: fatelo solo dopo aver finito di allattare il vostro bimbo!

foto-donna-incintaAltri suggerimenti, sicuramente più caserecci ma meno dispendiosi, sono caratterizzati dall’uso della pinzetta, della ceretta o delle creme depilatorie. Al contrario, se tutto sommato non vi dispiace poi tanto, mantenere un aspetto leggermente più virile, allora seguite la scia di Miriam, la ventottenne di origini tedesche, che non ha per nulla voluto rinunciare alla barbetta spuntatole una volta diventata mamma, ritenendola anzi, un dettaglio sexy da preservare e mantenere, avvalorando così la tesi spalleggiata da un detto assai conosciuto: «donna barbuta, sempre piaciuta!»

.

di Stefania Nardi


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.