Hollywood dedica nuovo film all’autismo

Apr 11, 13 Hollywood dedica nuovo film all’autismo

Il mese di aprile, internazionalmente dedicato all’autismo, è iniziato e dopo la giornata del 02 aprile, che ha voluto accendere una luce blu per far conoscere l’autismo e per testimoniare la sensibilità, la solidarietà ed il rispetto verso questa delicata problematica, ecco che anche Hollywood, ha voluto dare un suo contributo ed appoggio all’autismo.

Ha debuttato infatti proprio in questi giorni nelle sale americane “The Story of Lukeun film che tratta del desiderio di indipendenza che hanno molti giovani autistici, in procinto di diventare adulti.

Protagonista di “The Story of Luke”, è Luca, un giovane 25enne, affetto da autismo, che dopo la morte della nonna, che si era sempre presa cura di lui, si trova ad affrontare improvvisamente la vita e a dover trovare un nuovo equilibrio.

foto-the-story-of-lukeUna pellicola nella quale il pubblico ride con Luca – e non di lui – , che dovrà decidere se affrontare da solo, oppure con l’aiuto dei suoi parenti: una sfida ed una “nuova” vita che lo vedrà alla ricerca di un lavoro, alle prese con una ragazza e … diventare così uomo!

“The Story of Luke” presentata in anteprima al Festival di San Diego, ha raccolto moltissimi consensi e tanti riconoscimenti, da parte di tutto il pubblico ma in particolare dai genitori di individui affetti da autismo, che hanno vista riprodotta sul grande schermo una realtà simile alla loro e dai genitori di bambini affetti da autismo che hanno visto quello che potrebbe essere il futuro che attende i loro figli.

Una commedia infatti che attinge dalle esperienze di vita reale della mamma del regista e scrittore del film Alonso Mayo, che gestisce una scuola per bambini, con disabilità dello sviluppo in Perù: bambini che crescendo e diventando adulti, cercavano e cercano, le stesse opportunità dei loro coetanei non autistici, in ambito lavorativo, sentimentale e … in generale una vita indipendente.

foto-the-story-of-luke..Una commedia … una storia positiva, che guarda al futuro di questo bambino autistico diventato uomo, in modo positivo ed ottimistico, in un mondo tutto da scoprire e da vivere … un mondo ove “Non è la malattia a fare le personecome direbbe la bella Alexis Wineman, la 18enne alla quale all’età 11 anni fu diagnosticato l’autismo, che divenne Miss Montana 2012 e che è stata eletta quest’anno, tra le 15 ragazze più belle degli States.

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.