Il baby talk: la comunicazione tra mamma e bambino

Nov 04, 12 Il baby talk: la comunicazione tra mamma e bambino

Negli ultimi anni ha comunque avuto un incremento la maggiore sensibilità da parte del Ministero della Salute, che attraverso le risorse pubbliche ha creato progetti per bambini a partire dai 2 anni, proprio allo scopo di attuare un’adeguata prevenzione.

Bisogna tenere conto di un altro importante aspetto, che riguarda l’indice di familiarità: la matrice biologica infatti può giocare un ruolo chiave nell’insorgere di disturbi del linguaggio, specie se si è in presenza di un ambiente che ne favorisce l’attecchimento.

Quindi come deve comportarsi (specialmente) una mamma per essere sicura di non ave lasciato nulla al caso? Come sempre non esistono certezze, solo strade battute da poter seguire.

foto allattamento comunicazionePer cominciare va ricordato che la comunicazione tra mamma e bambino, fino al secondo anno di età, è di natura maggiormente emozionale; il baby talk (o motherese) è il tipo di linguaggio tramite il quale la madre entra in comunicazione con il proprio “cucciolo”, sin da subito. Un classico esempio lo si ha nei momenti di allattamento, in cui vengono sussurrate parole dolci, di connotazione empatica. In queste situazioni è fondamentale anche il contatto visivo.

Quando ci si “immerge” nella già citata fase della lattazione, è importante che la madre incoraggi le prime sillabe del bambino, rimodellando e creando i presupposti di quello che sarà l’ampliamento, percorso che porta alla parola.

Il compito della mamma è sempre quello di attestarsi sul livello del proprio bimbo: non deve semplificare eccessivamente la comunicazione ma potersi far seguire passo dopo passo.

foto bimbo comunicazioneIn ultima analisi, prima di caricare i genitori di una eccessiva responsabilità per non essersi accorti in tempo di un disturbo nel linguaggio dei propri figli, è bene sottolineare quanto sia utile confrontarsi continuamente con famiglie che hanno figli coetanei ai propri. Questo può aiutare i genitori ad avere una visione d’insieme del proprio bambino, senza sottovalutare né ingigantire gli eventuali ritardi nello sviluppo linguistico; spesso fanno parte della straordinaria variabilità interindividuale.

Di Emanuele Saccardo


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - Il baby talk: la comunicazione tra mamma e bambino... Durante l'allattamento tra la mamma ed il bambino avviene un…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.