Il co-sleeping: nel lettone con mamma e papa’

Set 03, 12 Il co-sleeping: nel lettone con mamma e papa’

Parliamo oggi di “co-sleeping”, ossia l’abitudine di far dormire il bambino nel lettone tra mamma e papà: un’abitudine che divide nettamente i genitori in favorevoli al 100 % ed assolutamente contrari al punto di non volerne nemmeno sentir parlare! Un’abitudine il co-sleeping che osservata in modo obbiettivo e quindi considerazioni di mamma e papà a parte, secondo un recente studio pubblicato su Pediatrics, sembra non comprometta lo sviluppo comportamentale e cognitivo (ne nient’altro) dei bambini che hanno l’abitudine di dormire con i propri genitori, al pari di quei bambini che dormono nella loro cameretta da soli.

Un risultato determinato dai ricercatori della Stony Brook University di New York, analizzando 944 coppie non particolarmente Foto co-speepingabbienti, con un bambino di 1 anno, monitorandone peraltro nel lungo periodo, la situazione psicologica e le abitudini legate al sonno: analisi dalla quale è emerso infatti che i bambini che avevano dormito nel lettone con mamma e papà, non mostravano differenze comportamentali di sorta, rispetto a quei bambini che avevano sempre dormito da soli.

Peraltro il co-spleeping, secondo alcuni pediatri, pare favorisca l’allattamento al seno, migliori i rapporti tra la mamma ed il suo bambino, riducendo lo stress e l’ansia da separazione, stroncando di fatto gli ormoni dell’idrocortisone: una teoria sostenuta in particolare da Margot Sunderland, la direttrice del Center for Child Mental Health di Londra, nel suo “The science of parenting” ossia “L’arte di fare i genitori”, basato sulle conclusioni di 800 studi scientifici, dalle quali risulta evidente che i bambini che dormono nel lettone sino ai 5 anni, saranno più inclini ad essereadulti calmi, sani ed emotivamente equilibrati.

Foto co-spleepingInsomma quindi pare proprio che il dormire nel lettone coi genitori non danneggi quindi l’educazione dei bambini, che non stravolga le abitudini del bambino, ne lo metta in condizioni di stress quando è costretto a dormire da solo, ne … tantissime altre preoccupazioni che sono quindi dei semplici timori di mamma e papà, a parte ovviamente il rischio SIDS, che di fatto specie nei primissimi mesi di vita, non deve essere assolutamente sottovalutato!

Di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.