Il neonato: ecco che cos’è l’indice Apgar

Ott 12, 12 Il neonato: ecco che cos’è l’indice Apgar

Il parto è un momento emozionante ma anche frenetico e non sempre i genitori riescono a cogliere tutto quello che i medici comunicano loro. Questo potrebbe essere il caso dell’indice Apgar che è un numero dato a tutti i bambini alla nascita. Esso è un importante indicatore dello stato di salute del neonato e facilmente comprensibile a tutti.

Fu ideato nel 1953 da Virginia Apgar la quale individuò cinque parametri i cui punteggi vanno a costituire il valore totale. I segni che il personale in sala parto deve osservare sono:

  • Foto neonatafrequenza cardiaca;
  • sforzo respiratorio;
  • tono muscolare;
  • risposta allo stimolo;
  • colorito.

Per ognuno di questi parametri viene dato un punteggio di 0, 1 o 2 a seconda che sia completamente assente, moderatamente presente o normale.

L’intervallo di questo indice oscilla quindi tra 0 e 10. In particolare un punteggio da 8 a 10 viene attribuito ad un neonato normale, da 4 a 7 ad un neonato che necessita di alcune manovre rianimatorie, da 1 a 3 ad un bambino che si trova in una situazione molto grave tale da richiedere degli interventi massici infine il punteggio 0 coincide con il quadro della morte neonatale.

Foto indice apgar neonatoIn realtà vengono fatte più valutazioni: la prima esattamente ad 1 minuto dopo la nascita e la seconda a 5 minuti. Il primo valore che si ottiene è un indicatore della vita intrauterina mentre il secondo rivela come il bambino si sta adattando alla vita extrauterina. Queste due valutazioni si riferiscono ai neonati che hanno un indice Apgar alto.

Nel caso invece di problemi il personale sanitario continuerà ad attribuire questo indice una volta ogni 5 minuti fino a che il bambino non ottiene un punteggio maggiore di 7.

 

Di Chiara Cicchese


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.