La dentizione nel lattante

Gen 21, 13 La dentizione nel lattante

Attorno al sesto mese di vita il lattante potrebbe iniziare a mettere il primo dentino, in realtà la data di comparsa del primo dentino è variabile tra i quattro mesi e mezzo ai sei sette mesi con un ritardo nei bambini allattati al seno. I denti che spuntano sono chiamati denti da latte o denti decidui (perché vengono persi dopo un periodo di tempo per lasciare spazio alla dentizione definitiva). Ogni dente fuoriesce dalla gengiva in tempi diversi varabili da bambino a bambino. Esistono bambini che nascono già con un dentino e altri che sono indietro rispetto ai canoni osservati ma ogni caso è un caso a sè, quindi non deve destare particolare apprensione che a otto mesi non siano spuntati i dentini

Questo processo si chiama dentizione ed è caratterizzato da più passaggi:

  • cfoto dentizionerescita verticale con eruzione dalla gengiva degli elementi dentali che si sono formati durante la gestazione;
  • arresto della crescita dei primi dentini e completamento dell’arcata dei denti decidui intorno ai cinque sei anni;
  • permuta dei dentini decidui con quelli permanenti e un periodo di dentizione mista.

I dentini da latte si compongono in 20 denti, che si dividono in quattro semi arcate ognuna composta da cinque denti che sono:

  • incisivi centrali;
  • incisivi laterali;
  • canini;
  • primi molari;
  • secondi molari.

 Orientativamente, i dentini iniziano a spuntare con un ordine e con un tempo definiti:

  • foto dentizione6°-9° mese → eruzione inizia con uno dei due incisivi mediani inferiori seguito dall’altro a breve distanza dagli incisivi mediani superiori e i laterali incisivi superiori;
  • 10°-12° mese →i denti incisivi laterali inferiori erompono dalla gengiva. La prima dentizione non si compone di premolari;
  • 12°-18° mese → nascono i primi molari;
  • 18°-24° mese → i canini fanno capolino dalla gengiva;
  • 24°-30° mese → la dentizione decidua si compone della seconda copia di molari.

 Sintomi:

  • irritabilità e pianto accompagnate da insonnia e scarso appetito;
  • le gengive del piccolo sono gonfie infiammate danno dolore e prurito e conseguente voglia di mordere;
  • abbondante salivazione (scialorrea);
  • può essere presente febbre non elevata, diarrea e malessere generale.

Come è possibile allora aiutare il piccolo durante la dentizione? Si ricorda che non è una malattia e come tale, va trattata solo come un distrurbo del piccolo ma fisiologico:

  • foto dentizioneè possibile alleviare i fastidi del bambino con un succhiotto freddo, dando da mangiare cibi freschi, usare anelli da dentizione o una garza umida;
  • non date mai alcool al bambino e non frizionate le gengive con alcool;
  • se è molto sofferente potete dare delle gocce di paracetamolo secondo il suo peso;
  • non somministrate farmaci senza consultare il pediatra evitate il fai da te;
  • indossare collanine di ambra;
  • la Camomilla è considerato il rimedio omeopatico da banco più efficace.

.

Di Roberta Tonini


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.