La fase del mordere nel bambino

Nov 19, 12 La fase del mordere nel bambino

Ogni bambino è un individuo ed una storia a se ma può capitare che il bambino in particolare intorno ai 18 mesi, viva la cosiddetta “fase del mordere”, una fase davvero particolare e dolorosa per tutti coloro che gli stanno accanto che va ovviamente affrontata nel modo giusto.

Una fase quella del mordere che un bimbo affronta sia che frequenti l’asilo nido, che se viva e stia crescendo a casa con la mamma, la nonna o la baby sitter, per cui sono assolutamente da escludere le preoccupazioni relative a situazioni di disagio da parte di maestre o altro personale scolastico, sia il bisogno di socializzare “praticamente subito” con altri bambini, prima che diventi una sorta di “selvaggio”

foto bimbo mordeLa fase del mordere è infatti una fase assolutamente e totalmente naturale, che si mostra attorno ai 18 mesi del bambino, quando questi comincia a sperimentare le diverse modalità di interazione con gli altri: nuovi modi di interagire, che prima di “oggi”, non aveva mai provato e sperimentato.

Nuove interazioni e quindi nuove emozioni e sentimenti, che i bambini sentono in modo esponenziale e che talvolta non sono in grado di esprimere, tanto da portarli a fare un gesto istintivo di rabbia, come appunto il morso oppure può essere ad esempio una spinta ad una persona o ad una cosa, o ancora foto bimba mordeuna tirata di capelli: un qualsiasi gesto forte che lo liberi in un certo senso, dalla frustrazione che egli prova in questo momento, per non riuscire a farsi capire come vorrebbe o a fare le stesse acrobazie che fa un altro bambino o a giocare ancora al gioco che gli piace ed un altro bambino gli ha appena portato via, … o ad una qualsiasi altra cosa che oggi non è alla sua portata.

E’ assolutamente sbagliato quindi classificare il bambino come violento e rimproverarlo eccessivamente ma è bene insegnarli e quindi fargli capire che il mordere è sbagliato e che il suo comportamento, ci ha fatto male e ci ha fatto soffrire, mostrandogli altresì, se possibile persino il segno del morso ma come qualche consiglio utile su come comportarsi con il bambino, di fronte ad un morso:

  • foto mamma bimbafargli capire con un secco e deciso “no”, guardandolo dritto negli occhi, che il suo comportamento è sbagliato e che non si fa;
  • evitare lunghe ed inutili spiegazioni che manderebbero solo il bambino in confusione;
  • far capire comunque al bambino di essere arrabbiati con lui perchè ha sbagliato e fatto una cosa butta;
  • evitare qualsiasi gioco con il bambino “a morsi” in quanto lui non riesce ne a controllare la sua forza ne a capire la differenza tra gioco e non gioco;
  • evitare sculacciate o qualsiasi altro comportamento “forte” nei confronti del bambino, cassolutamente sbagliato e fuori luogo;
  • premiare di contro qualsiasi comportamento del quale ci si accorge che il bambino ha evitato di mordere, correggendosi “in tempo”.

Come qualsiasi altra fase della crescita, anche quella del mordere scomparirà da sola, in genere nel giro di qualche settimana ma in alcuni casi, serve più tempo, per cui è inutile e sbagliato fare qualsiasi tipo di pressione ma dare al bambino il tempo necessario per metabolizzare anche questa fase e … crescere di un “altro gradino”!

Di Mamma Melacotta


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - La fase del mordere nel bambino | Bambini zero tre... Intorno ai 18 mesi il bambino può incorrere nella…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.