L’asma di origine allergica nei bambini

Mag 01, 13 L’asma di origine allergica nei bambini

L’asma di origine allergica si presenta con difficoltà respiratorie, tosse secca, respiro sibilante ed infiammazione delle mucose dei bronchi.

Nei più piccoli spesso l’asma è legata ad un episodio infettivo, difatti se le vie aeree sono colpite da un virus può capitare che il bambino abbia un broncospasmo; ciò induce i genitori a sospettare di una forma allergica o che il bambino sia soggetto ad asma.

Quali sono i colpevoli che causano l’asma? I colpevoli che causano crisi asmatiche possono essere numerosi fattori:

  • foto-asma-bimbi.la polvere, specie gli acari contenuti nella polvere;
  • la vicinanza ad animali domestici, che spesso libero gli allergeni nell’ambiente, che sia attraverso saliva, feci, od anche detriti epiteliali;
  • i pollini di alcune piante, in particolar modo quelli oleacee e betulacee;
  • alimenti, come il latte vaccino, le uova, oppure il pesce.

Quali sono invece i fattori che la aggravano? Nelle persone soggette a crisi di asma alcuni fattori possono contribuire a scatenare, o addirittura a peggiorare, i sintomi. Alcuni fattori sono:

  • le infezioni virali respiratorie;
  • il fumo di sigaretta, che sia attivo o passivo non fa alcuna differenza;
  • l’inquinamento;
  • lo stress emotivo;
  • l’attività fisica non adeguatamente controllata.

Come si scopre che si è soggetti ad asma?
La diagnosi viene fatta valutando sia la frequenza di tale disturbo, ma anche e soprattutto l’entità dello stesso. Pertanto se il medico sospetta un’asma di origine allergica, dovrà effettuare vari ed eventuali accertamenti, tramite anche test cutanei o esami del sangue, per scoprire il responsabile della crisi asmatica.

foto-asma-bimbi..Ci sono delle cure appropriate?
Certamente, ce ne sono varie come ad esempio lo spray o l’aerosol a base di sostanze corticosteroidi, che hanno una azione antinfiammatoria. In età infantile è preferibile lo spray, per una questione di comodità. Un altro metodo sono i farmaci antileucotrienici per la bocca che bloccano i leucotrieni e le sostanze che scatenano infiammazioni e broncospasmi. In caso di sintomi persistenti e particolarmente pesanti, si può addirittura prendere in considerazione di fare l’immunoterapia specifica.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.