L’attendibilità delle ecografie

Giu 02, 13 L’attendibilità delle ecografie

Le ecografie riescono a dare informazioni importantissime per quanto riguarda la salute del bambino durante la gravidanza della futura mamma, consentendo di indagare sulle eventuali malformazioni più importanti del nascituro, ma è anche vero, che può accadere che quelle minori, sfuggano allo strumento ecografico nel corso della visita.

E’ importante però chiarire, dal punto di vista diagnostico, che non si ricavano più informazioni facendo più ecografie, poiché per osservare tutto quello che lo strumento può offrire, bastano le sole 3 canoniche ecografie. Durante queste ecografie si effettueranno le misurazioni dei parametri e si osserverà l’anatomia del feto.

 foto-ecografiaMa vediamo quindi passo passo di analizzare insieme questi 3 importanti momenti della dolce attesa.

Quando la prima ecografia? Cosa si vedrà?

La prima ecografia andrà fatta nel primo trimestre. In base alle linee guida della Società Italiana di Ecografia Ostetrica e Ginecologica, altresì chiamata SIEOG, l’esame ecografico del primo trimestre servirà a visualizzare: l’impianto in sede uterina della camera ovulare, accerterà la presenza del feto, il loro eventuale numero e l’attività cardiaca; in più consente di fare una prima datazione della gravidanza.

Quando la seconda ecografia? Cosa si vedrà?

La seconda ecografia andrà fatta nel secondo trimestre, ossia intorno alla ventesima – ventiduesima settimana. Questa è l’ecografia in cui viene analizzata, con più accuratezza, l’anatomia del feto. Anche in questo caso si procederà secondo le linee guida della SIEOG, che danno anche i parametri di riferimento, in base all’epoca gestionale: il diametri biparietale, la circonferenza cranica, la circonferenza addominale, l’ampiezza del trigono ventricolare, il diametro trasverso del cervelletto. In più, potranno essere visualizzabili alcuni tratti anatomici, come: le orbite oculari, il labbro superiore, la colonna vertebrale, la scansione longitudinale della colonna, il torace, con la scansione delle quattro camere cardiache.

Quando la terza ecografia? Cosa si vedrà?

La terza, ed ultima, ecografia si effettuerà nel terzo trimestre. Questa è definita ecografia dell’accrescimento, poiché si pone l’obiettivo di valutare se il bebè sta crescendo secondo i parametri giusti, se la quantità di liquido amniotico e la morfologia della placenta è ottimale, in più si continua a misurare il diametro biparietale e possibilmente la circonferenza cranica, la circonferenza addominale ed infine la lunghezza di un femore.

foto-ecografia..Ed ecco infine una domanda molto ma molto importante: le ecografie sono attendibili?

Per le grosse anomalie l’attendibilità è vicina al 100 per cento, mentre ci sono invece piccole anomalie che possono sfuggire, legate ad esempio alla posizione che il bambino aveva al momento dell’ecografia o piccole malformazioni che non richiedono assistenza dopo la nascita.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.