Le liti tra genitori alterano lo sviluppo del cervello del bimbo

Mar 28, 13 Le liti tra genitori alterano lo sviluppo del cervello del bimbo

Importante avviso per tutte le mamme ed i papà: liti e conflittualità fanno male al cervello del bambino, arrivando persino ad alterare lo sviluppo del bimbo.

La litigiosità ed i toni alterati di mamma e papà tra di loro, sono elementi riconosciuti dal bambino, sia da sveglio ma anche mentre questi dorme e sono in grado persino di alterare l’attività del cervello, comportando possibili importanti effetti negativi, sul suo sviluppo.

Una ricerca pubblicata sulla rivista Psychological Science, è stata infatti in grado di dimostrare, che i bambini esposti tra le mura domestiche ad un alto livello di conflittualità, hanno a livello cerebrale una reazione decisamente più forte ai toni di voce arrabbiati e sono più portati a – diciamo – “sobbalzare”, di fronte alle voci alterate di mamma e papà:

foto-liti-mamma-papà.Anche se i bambini infatti, non riescono a comprendere i motivi del disagio di mamma e papà, il loro cervello ne risente e possono avere paura e/o diventare agitati, arrivando persino ad attribuirsi la causa dei litigi stessi: emozioni che possono manifestare di notte con incubi e/o atteggiamenti regressivi.

Per un bambino infatti, mamma e papà, sono coloro che rassicurano e proteggono ... “un porto” dove trovare un rifugio sicuro da qualsiasi insicurezza ma se la famiglia perde tali peculiarità e se il conflitto tra i genitori diventa strutturale … ebbene, si può dire che la famiglia ha delle basi sbagliate!

La famiglia dovrebbero infatti essere per un bambino una sorta di “area neurale” legata alla regolazione dello stress e delle emozioni ma come indica la ricerca coordinata da Phil Fisher e Jennifer Pfeifer dell’università dell’Oregon, se così non fosse, le liti e le grida litigiose ed arrabbiate di mamma e papà, potrebbero avere addirittura un impatto sullo sviluppo del cervello del bambino!

foto-liti-mamma-papà..Vari studi, hanno dimostrato inoltre, che un rapporto particolarmente conflittuale tra mamma e papà arriva, può arrivare anche ad alterare la qualità del sonno dei neonati, tanto che da una ricerca è emerso che l’attività neurale di 20 bambini tra i 6 ai 12 mesi, risentiva pesantemente della conflittualità della coppia, essendo il cervello del bimbo, reattivo all’ascolto delle voci arrabbiate di mamma e papà.

Il conflitto comunque non è di per sè negativo, se inteso come momento di crescita e di confronto ma se invece serve solo a sviluppare sentimenti negativi, allora non va bene e i bambini non vanno assolutamente coinvolti nei conflitti di mamma e papà, che dal canto loro dovrebbero essere capaci di parlare e confrontarsi, ascoltare e capire!

.

Di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.