Libri per bambini: giocare per crescere

Giu 18, 13 Libri per bambini: giocare per crescere

Care mamme voglio fare appello ai vostri ricordi: ripensate a quando eravate bambine, cosa vi piaceva fare di più? Credo di sapere la risposta unanime: giocare!

Prendendo in mano un peluche o una palla di stoffa dei vostri pargoletti vi saranno riaffiorate le immagini di voi mentre coccolavate la vostra bambola preferita o scorrazzavate al parco in bicicletta.

È successo anche a me ieri, nella libreria in cui lavoro: ho visto un bambino, per me ormaigrande”, di otto anni, che, venuto a prendere dei libri da leggere durante le vacanze, teneva per mano il suo orsacchiotto e si divertiva a scegliere con lui i romanzi.

foto-pappaGuardandolo all’inizio sono rimasta piacevolmente stupita, non credevo più, in quest’epoca digitale, di trovare un bambino che stringesse con affetto un essere per noi adulti inanimato, ma che nella fantasia del fanciullo si trasforma nel suo più grande amico.

Questo mi ha fatto riflettere: i piccoli di oggi non sono poi tanto diversi da quelli di ieri. Sì, sicuramente sono più svegli perché sollecitati da mille stimoli, ma sono pur sempre bambini.

Siamo noi adulti che non dobbiamo farli crescere per forza, spesso infatti sono i nostri occhi che li vogliono vedere come piccoli adulti, ma loro hanno un estremo bisogno di esprimersi con il gioco e far uscire così il lato fantasioso e creativo. Diamogli il tempo di giocare, di inventare, di immedesimarsi inaltro da sé per costruirsi un sé.

Questo è possibile solo quando il bambino ha il tempo per farlo, non cerchiamo di riempire tutti i momenti liberi dei figli con attività predefinite, diamogli la possibilità di annoiarsi e di essere poi in grado di gestire il proprio tempo inventandosi un’attività.

Vi ricordate quante volte avete finto di essere mamme, maestre, medici ecc.? E in quali luoghi più singolari avete trascinato la vostra bambola o il vostro orsacchiotto?

Certo, quello era per voi il modo per affrontare con più fiducia il mondo e di portare la realtà dell’adulto nella vostra per riuscire a comprenderla.

Oggi tendiamo a regalare ai bambini giochi sempre più sofisticati, elettronici e anche costosi, ma in fin dei conti poco stimolanti.

Esistono delle case francesi e tedesche come la Djeco, la Heros, les Deglingos, Selecta Spielzeug ed altre, che della ricerca dei materiali e del ritorno al classico hanno fatto la loro missione, senza tralasciare una particolare attenzione per il gusto moderno. Creano, così, dei giocattoli magici per il loro valore evocativo ed educativo.

foto-giocoBellissime le illustrazioni di Djeco, come le marionette di Festa Crafts che le produce ispirandosi ai personaggi delle fiabe classiche e alla grande letteratura per ragazzi. Questo è un gioco di assoluta semplicità e straordinaria versatilità, perché la filosofia dell’azienda è creare oggetti che stimolino altamente l’immaginazione. Avete mai provato a dare in mano una marionetta a vostro figlio? Provate e rimarrete stupite di come ne sarà felice: ogni giorno ci sarà per lui una nuova storia da mettere in scena. Queste sono le attività che non si esauriscono, perché la fonte della loro vita è proprio la testa del bambino: crescono con lui.

Proprio come le costruzioni di Kapla: tavolette di pino tutte uguali. Tecnica, disciplina e fantasia.

Kapla stimola la logica, l’immaginazione, allena l’intelligenza e le mani. Inizia il bambino all’universo dell’arte, delle forme e dei volumi. Sviluppa la concentrazione e la percezione dell’equilibrio. E se alla fine del gioco tutto ciò che rimane a terra non è altro che un cumulo di tavolette, poco importa: ciò che conta non è creare qualcosa, ma l’atto stesso del creare.

Non metto in dubbio che siano giochi non troppo economici ( ne esistono per tutte le tasche), ma sono sicuramente un investimento a lungo termine, credetemi. La posta in gioco è formare futuri adulti intelligenti e dalla spiccata sensibilità.

 .

Di Giuditta Greco


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.