Libri per bambini: vi presento Simone and company

Mag 22, 13 Libri per bambini: vi presento Simone and company

Vi starete chiedendo: chi è Simone? Ma come, non conoscete quel coniglietto nato qualche tempo fa dalla fantasia di Stephanie Blacke?

Male, molto male care mamme, perché avreste trovato in questo sdentato coniglietto un valido sostegno nei piccoli drammi di tutti i giorni.

Quante di voi sono alle prese con la fase di abbandono del pannolino e la familiarizzazione con il vasino? Oppure tutte le mattine combattono con un piccolo indiavolato di capricci, che proprio non ci sente di andare alla scuola materna? Per non addentrarci nel fatidico mondo della nanna ….

foto-nannaStephanie ci è passata prima di voi ed è anche per questo che le è frullato in testa di scrivere delle storie semplici ma efficaci, che aiutassero il bambino a rielaborare i suoi piccoli, ma per lui grandi ed insormontabili, problemi quotidiani.

Simone diventerà quindi un amico, molto simile a loro, se non nell’aspetto, nelle difficili situazioni in cui si viene a trovare. La stessa autrice ed illustratrice racconta di come all’inizio pensasse che il coniglietto fosse un po’ bruttino, in realtà, un giorno andando in una classe della scuola materna si è resa conto di come invece i bambini si riconoscessero nelle espressioni dell’animaletto e di come si aspettassero di incontrarlo realmente.

foto-caccaSuperfluo dire che quella mattinata per quei cuccioli fu una vera delusione nel vedere entrare solo un’arzilla signora.

Stephanie ci ricorda che molto spesso quello che noi reputiamo semplice e forse anche un po’ piatto e banale è quello che più arriva ai bambini perché rappresenta l’essenziale di cui loro hanno immenso bisogno.

La Blacke è tradotta in Italia per Babalibri, casa editrice di Francesca Archinto, che si è specializzata nella letteratura per la primissima infanzia. Il catalogo è ricco di proposte che trattano di paure, emozioni, problematiche di ogni genere riconducibili sempre alle giovani vite dei bimbi.

Nelle collane di Babalibri: i testi sono sempre con poche parole, ma dicono un sacco di cose. Le illustrazioni allo stesso modo raccontano lasciando al lettore grande libertà di interpretazione.Non si ha interesse alle storie che finiscono quando si chiude il libro.

foto-pidocchiEstrema importanza è data alla coerenza tra testo, immagine e storia raccontata.

Con Simone e tutti gli amici che si nascondono nei libri di Francesca Archinto, potremmo aiutare i bambini ad elaborare e a trovare la soluzione per le lorograndisfide di crescita, anche solo con un racconto vicino alla propria paura o esperienza.

Lì sta la soluzione del problema, perché come dice Maria Montessori: “aiutiamoli a fare da soli”.

.

di Giuditta Greco


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.