Louise, la bambina con un cromosoma in più

Set 30, 15 Louise, la bambina con un cromosoma in più

Louise, la bambina con un cromosoma in più la cui mamma, via social ha fatto un vero e proprio appello. Ecco di cosa si tratta

Louise è una bambina di soli 4 anni affetta dalla sindrome di Down, la cui mamma, Caroline Boudet ha postato un accorato appello via social, su Facebook e sulle pagine dell’Huffington Post, invitando al rispetto ed alla delicatezza verso la sua bimba, presentando “semplicemente” Louise, la bambina con un cromosoma in più!
foto-louiseMamma Caroline infatti, ha invitato i seguaci di Facebook, i lettori dell’Huffington Post e praticamente tutti, a rivolge alla sua bambina, prestando una certa delicatezza ed il massimo rispetto.
Un appello quello di mamma Caroline, di qualche mese fa, che via social, su Facebook, così citava:
“Ho scritto questo breve testo che considero una sorta di sfogo, dopo qualche osservazione di troppo ascoltata questa mattina, durante un banale esame clinico di Louise” ha esordito e quindi ha continuato “Col tempo ci si abitua e ci si convince che si tratti di gaffe innocenti, che bisogna chiudere un occhio; ma c’è un limite a tutto!” quindi ha chiarito “Mi sono chiesta cosa avrei potuto fare per sentirmi meglio, e magari evitare che accada ad altri o che succeda ancora a me.” e ha concluso “Quindi ho scritto questo post, condividendolo su Facebook”.
Un’introduzione dopo la quale mamma Caroline quindi, ha presentato la figlia, postando una foto della piccola Louise:
Ecco mia figlia, Louise” quindi ha proseguito “Quattro mesi, due braccia, due gambe, due guanciotte tonde ed un cromosoma di troppo”.
Dopo aver presentato Louise quindi mamma Caroline, ha proseguito con il suo appello:
Vi prego” ha scritto via social “quando v’imbattete in un bimbo come Louise, non chiedete mai alla madre: “Non è stato rilevato durante la gravidanza?”. Gli scenari possibili erano due: scegliere di “tenere il bambino” pur sapendolo, oppure essere colta di sorpresa. In entrambi i casi, ormai è inutile pensarci. Inoltre, le madri hanno la pessima tendenza a sentirsi in colpa per tutto, quindi è meglio non chiedersi perché quel cromosoma sia passato inosservato. Non pronunciate mai frasi come: “E’ sempre vostra figlia, nonostante tutto”. Non fatelo. E’ mia figlia” ha chiarito “e basta. Quel “nonostante tutto” non è il massimo come nome, preferisco di gran lunga Louise”.
Mamma Caroline ha quindi precisato:
foto mano mamma bimboNon dite mai: “E’ una bimba down” No, si tratta di una bimba di quattro mesi, affetta da sindrome di Down o trisomia 21, che dir si voglia. I suoi 47 cromosomi non rappresentano quello che è. In un’altra situazione, non definireste una bimba “una piccola malata di cancro”” ed ancora “Non provate mai a dire: “Questi bimbi sono tutti così, si comportano sempre in questo modo, eccetera”.” ed ha sottoineato come “Ognuno di “loro” ha il suo carattere, il suo aspetto fisico, i suoi gusti, il suo percorso. Sono diversi tra di loro, così come lo siete voi!”.
L’appello quello di mamma Caroline, di una mamma stanca di sentire sempre i medesimi luoghi comuni sulla sua piccola Caroline e su tutti i bimbi come lei, affetti dalla sindrome di Down, che ha concluso sottolineando:
“Le parole sono importanti. Hanno il potere di confortare, ma anche di ferire”.


1 Comment

  1. ROBERTA /

    Cara Caroline. Condivido tutto ciò che hai scritto. Tutto. Solo una cosa purtroppo devo sottolineare. Certe frasi, certi atteggiamenti, certi sguardi.. devi metterli in conto nella vostra storia. Troverai persone che elargiranno sorrisi sinceri alla tua piccola Louise perché esse stesse hanno un cuore grande o perché sono state vicine ad esperienze come la tua. Altre invece reagiranno diversamente perché considerano la vostra, una grande sventura. Gente che ti mostrerà compassione e che procederà sulla sua strada pensando : “Meno male che non è capitato a me”. Chiedi al Signore della vita che ti aiuti a portare avanti questa tua realtà con dignità, senza sentirti una mamma con una bimba di serie B. La tua vita non dipenda mai dai giudizi della gente, specie da quelli che nascondono tanta, tanta ignoranza. Cerca di essere sempre circondata da persone positive, intelligenti, amorevoli. Anche se non sembra, ce ne sono tante, credimi. Veramente tante. Fate forza comune e la tua piccolina si scoprirà immensamente amata, accettata. Ti abbraccio forte.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.