Nanna: Stellina alla ricerca della renna di Babbo Natale

Dic 12, 12 Nanna: Stellina alla ricerca della renna di Babbo Natale

Buona sera amici, anche stasera eccoci al consueto appuntamento con la nanna e come sempre siamo lieti di aituarvi in questo importante e delicato momento con la nostra Stellina, la nostra giovane e curiosa stella, alla scoperta della galassia … e molto … molto di più.

L’ultima volta infatti ha visto Stellina, niente poco di meno che al Polo Nord, impegnata in una missione importantissima: conoscere Babbo Natale … e stasera? Continuate a leggere la nuova avventura di oggi che vede …

foto stellina rennaStellina alla ricerca della renna di Babbo Natale

Stellina era da poco rientrata a casa dopo essere stata al Polo Nord, a trovare Babbo Natale.

Stava raccontando con grande emozione alle sue sorelline stelle la sua magnifica avventura, tra gridolini e sospiri , quando a un certo punto sentì una frenata assordante. Guardò fuori dalla finestra e si accorse che era Babbo Natale in persona con la sua slitta. Un po’ intimorita uscì a vedere che cosa era successo.

“Ciao Babbo Natale!”, lo salutò.

“Ciao mia piccola amica. Sono di nuovo qui perché ho bisogno del tuo aiuto. Mentre tornavo a casa ho perso una mia renna, la più sbadata di tutte, Nocciolina. Tu potresti aiutarmi a cercarla nei tuoi cieli?”

foto babbo nataleBabbo Natale sembrava molto turbato, così Stellina andò a posarsi sulla sua mano e gli disse: “Certo! Non ti preoccupare, ci penserò io , tu aspettami qui”.

Babbo Natale, felice di riposarsi , si accomodò nella casetta di nuvola di Stellina.

Stellina iniziò il suo volo nella brezza del mattino. Sembrava una trottola, girava su se stessa, facendo capriole tra le nuvole e chiedendo a ogni passante se avesse visto una renna smarrita. Ma quel mattino sembrava che nessuno fosse in grado di aiutarla.

foto stellinaTrovò il Vento che le disse che era di corsa e che non aveva visto niente di strano. In un istante se ne andò. Dopodiché incontrò l’Alba che stava dormendo e non riusciva a sentirla. Per lei era l’ora del riposino!

A un certo punto si trovò al centro di un temporale, non riusciva più a volare, gocce di pioggia danzavano davanti ai suoi occhi come impazzite, non lasciandole possibilità di procedere. “Aiuto!” urlò Stellina “Qualcuno venga a salvarmi!”. Stellina incominciò a girare su se stessa e fu scaraventata su una nuvola.

Aveva perso conoscenza, ma quando il temporale terminò e spuntò il primo raggio di Papà Sole, aprì gli occhi.

Vedendo suo padre Stellina incominciò a piangere, si era spaventata e non aveva portato a termine il suo compito. “Guarda, Stellina!”, le disse suo padre indicandole un incantevole arcobaleno.

foto soleStellina si asciugò gli occhi e osservò attentamente quel miracolo della natura. “E’ bellissimo, padre!”, disse Stellina.

Mentre pronunciava queste parole le venne un’idea. Sarebbe stato divertente scivolare sull’arcobaleno, così vi salì in cima per poi potersi calare giù. Ma da quella posizione si accorse che poteva vedere un’ampia fetta di cielo e vide che ai piedi dell’arcobaleno uno strano animale stava dormendo sognante.

Era Nocciolina , la renna di Babbo Natale! Stellina si precipitò da lei e cercò di svegliarla. “Nocciolina! Svegliati”

Nocciolina aprì gli occhi stupita, si sentiva sotto osservazione. “Ciao”, le disse. “Babbo Natale è disperato, ti sta cercando! Cosa ci fai qui?”

“Non volevo allontanarmi, ma queste nuvole erano così invitanti ed io ero così stanca che ho pensato di fermarmi a fare un riposino. Però evidentemente ho dormito troppo!”

foto renna“Non ti preoccupare, ti condurrò io da Babbo Natale!”

“Durante il Natale noi lavoriamo incessantemente e a volte arriviamo a casa distrutte, per questo mi sono addormentata”. “Proverò a risolvere il tuo problema, ma ora seguimi!”, le intimò Stellina.

Insieme giunsero da Babbo Natale che le stava aspettando ormai da un po’. “Ecco la mia Nocciolina, ma dove eri finita?”. La renna lo guardò con occhi impauriti e tristi, così Stellina le venne in soccorso.

“Lei era molto stanca, perché nel periodo natalizio lavora senza mai dormire, così si è lasciata travolgere dalla stanchezza e si è addormentata ai piedi dell’arcobaleno.”

foto slitta rennaBabbo Natale si grattò la barba, poi accarezzò Nocciolina e disse che avrebbe cercato di prendere altre renne per poter organizzare dei turni per farle riposare di più. “Grazie Stellina, non so cosa avrei fatto senza di te”

Stellina sorrise e lo guardò correre nel cielo con la sua slitta e tutte le sue renne. Anche oggi aveva vissuto un’incredibile avventura!

Ora era tempo di dormire e di attendere insieme a voi, bambini, un nuovo magico episodio!

Di Laura Rossi


0 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. upnews.it - Stellina alla ricerca della renna di Babbo Natale... Anche stasera siamo all'ora della nanna e per accompagnarvi in questa…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.