Nanna: Stellina ballerina

Gen 21, 13 Nanna: Stellina ballerina

L’ora della nanna è arrivata anche stasera … e giusto giusto ecco arrivare la nostra Stellina con una nuova avventura.

Un’avventura che stasera vede Stellina … ballerina, ebbene si, stasera la nostra dolce Stellina, conoscerà il flauto traverso e scoprirà la musica, sulle cui note imparerà a ballare.

Ma basta anticiparvi altro … a voi il piacere di leggere questa nuova avventura ai vostri bambini e di scoprire cosa vivrà questa sera Stellina … e … buona notte!!!

Stellina ballerina

Stellina stava volando in compagnia del Vento in un luminoso pomeriggio invernale, quando udì un suono delicato provenire da lontano. La musica diventava più intensa mano a mano che Stellina procedeva in quella direzione.

Incuriosita, scrutò l’orizzonte e in lontananza scorse un angelo che suonava uno strano strumento. “Ciao”, gli disse “Cosa stai suonando?”

foto angioletto suonaL’angioletto la guardò sorridendo e rispose:”Un flauto traverso, ti piace?”

“Certamente! Il suo suono dolce si diffonde in tutto il cielo e io sono venuta qui proprio per ascoltarti!”

“Io sono l’angelo della musica. Ogni volta che qualcuno soffre o è triste, suono una melodia che arriva al destinatario e allevia ogni pensiero negativo trasformandolo in gioia!”

Stellina era affascinata da questa storia, così decise di trascorrere quella giornata in compagnia del suo nuovo amico angioletto.

“Inoltre sono il compositore ufficiale di musica della scuola di danza degli esseri celesti”

“Scuola di danza?”, chiese Stellina stupita. “Sì, non ci sei mai stata? Vieni con me”.

L’angioletto condusse la piccola stella su una nuvola molto grande in cui vi erano numerose stelline con il tutù, pronte per una lezione di ballo con un’anziana maestra di danza.

“Buongiorno Angelo della musica”, disse l’insegnante” Sei pronto ad allietarci con le tue note melodiose?”

foto tutu rosa“Certamente. Ho portato con me un’amica”

“Vedo, come ti chiami piccina?”, chiese la maestra. “Stellina. Posso provare a partecipare alla lezione?”

“Credo proprio che sia un’ottima idea”, disse l’insegnante. Si allontanò per pochi istanti e quando tornò porse a Stellina uno splendido tutù rosa.

L’angioletto incominciò a suonare, le note del suo flauto sembravano magiche, creando una musica molto particolare.

“Uno, due, tre, en dehors, uno, due, tre”.

Provare a seguire i primi passi di danza fu per Stellina complicato ma emozionante al tempo stesso.

foto flauto traversoAscoltando le note del piccolo angelo Stellina imparò a ballare e al termine della lezione provò una sensazione di pace e serenità.

“Grazie per questa nuova esperienza, parteciperò a tutte le lezioni, mi sono molto divertita”, disse Stellina all’angelo e all’insegnante.

I due artisti la guardarono sorridendo e la videro volare via piroettando felice nel cielo.

Stellina quella sera raccontò alle sue sorelline la sua splendida giornata e poi stanca e felice chiuse gli occhi e si addormentò.

E anche voi bambini, chiudete gli occhi e a presto!

 

Di Laura Rossi


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.