Pet-education: all’asilo arriva il cane Boris

Mag 20, 16 Pet-education: all’asilo arriva il cane Boris

Splendida iniziativa di un istituto di Bologna, di pet-education per cui all’asilo arriva il cane Boris

Ebbene si, un’iniziativa che coinvolge bambini e famiglie, e sarà filmata e fotografata per diventare esperienza comune della città, per cui in supporto all’asilo arriva il cane Boris con la pet-education.
foto-borisBoris, un bellissimo esemplare di golden retriver, è il protagonista del primo progetto di “pet education” nasce da una proposta del comitato di gestione del nido “Graziella Fava”, grazie ad un contributo al Comune nell’ambito del bando “Qualifichiamo insieme la nostra scuola”, che assegna agli istituti, un contributo di 1.000,00 euro.
L’idea sviluppata dal nido quindi, come fa sapere il quotidiano.net consta, oltre che nell’mpliare il progetto dello scorso anno, sull’educazione all’aperto, col coinvolgimento delle famiglie per l’allestimento di angoli del giardino e la collaborazione di associazioni o enti del territorio, come la Fondazione Villa Ghigi, nell’inserire un percorso sperimentale di pet education, che “possa aprire opportunità di formazione e arricchimento anche per altri servizi educativi del territorio di Bologna”.
I bambini saranno suddivisi in 3 gruppi, onde dar loro di utile per approcciarsi adeguatamente a Boris, che sarà accompagnato da una educatrice specificatamente formata, ed assimilare i temi che verranno ogni volta trattati, nei 6 incontri, della durata di un’ora ciascuno per gruppo.
Altri 2 incontri poi sono rivolti al personale dell’asilo ed alle mamme e papà dei bimbi, che verranno coinvolti nel progetto, e altri 2 incontri saranno poi fatti, all’inizio ed alla fine del progetto.
foto-boris-asiloOgni famiglia ha ricevuto le informazioni sul cane e sulla sua conduttrice Vanessa De Angelis, operatrice socio-sanitaria, che porta Boris anche tra gli anziani malati di Alzheimer.
Il 1° incontro coi bambini avverrà senza Boris e permetterà loro, di imparare a confrontare le parti anatomiche del proprio corpo con quelle dell’animale, sottolineandone le similitudini e le differenze, rispetto ai 5 sensi, saranno illustrate le esigenze del cane e quali le accortezze che si utilizzano quando un cane entra in famiglia.
Dal 2° incontro invece, i bambini avranno a che fare con Boris e piano piano, avranno modo di conoscerlo, imparare ad accarezzarlo e come si gioca con lui, costruendo una relazione tramite il linguaggio universale dell’amicizia e della cura.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.