Quality Day 2013: il Bambino Gesu’ migliora per i baby pazienti

Mag 01, 13 Quality Day 2013: il Bambino Gesu’ migliora per i baby pazienti

È stato presentato dal Dipartimento di Emergenza e Accettazione dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, un progetto che ha vinto l’edizione 2013 del Quality Day.

Il Quality Day è una iniziativa organizzata dalla Direzione sanitaria del Bambino Gesù per promuovere le pratiche e migliorare la qualità di cure ed assistenza per i piccoli pazienti e le loro famiglie.

Ma vediamo meglio di cosa si tratta…

foto-ospedale-bambin-gesù.In sintesi si tratta di un fumetto per raccontare passo dopo passo il percorso verso la sala operatoria, dove il baby paziente, sarà accompagnato dall’equipe e dai propri genitori. Questi gli resteranno vicino fino al momento dell’anestesia.

La tensione e la paura dell’operazione verranno alleviati da una bellissima scultura fatta di palloncini e gli sarà proposto il monitoraggio dei parametri vitali come gioco, fino all’inizio dell’intervento. Alla fine di quest’ultimo gli verrà consegnato un diploma diSuper Bambino” come premio di riconoscimento delle capacità dimostrate in occasione dell’intervento chirurgico appena superato.

Questo progetto è stato apprezzato da tutti, tant’è che è stato il vincitore di questa edizione.

foto-ospedale-bambin-gesù..Insieme a questo progetto è stato inoltre proposto un modello organizzativo volto a rendere meno traumatico possibile l’evento chirurgico che sta per attraversare il piccolo paziente, offrendo a lui e alla propria famiglia un supporto sia informativo che psico – emozionale, scaturendo così ottimi riscontri.
Nella categoria innovazione il progetto che ha ricevuto più consensi è stato quello dell’Unità Operativa di Oculistica sull’implementazione di nuove metodiche terapeutiche nel trattamento del retino-blastoma, un tumore maligno della retina. L’obiettivo è quello di valutare l’efficacia di due nuove terapie alternative alla radioterapia in pazienti affetti da tale tumore.
Per i risultati ottenuti, il progetto più votato è stato quello di educazione al paziente con malattie endocrine croniche, proposto dall’Unità Operativa di Endocrinologia. L’educazione terapeutica costituisce parte integrante della cura del paziente aiutandolo a migliorare la qualità della vita.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.