Ricette: il vitello tonnato, o vitel tone’

Gen 14, 13 Ricette: il vitello tonnato, o vitel tone’

Sfiziosissima ricetta oggi in tavola con … il vitello tonnato, o vitel tonè, un piatto che arriva dalla cucina nostrana piemontese, particolarmente gradito da grandi e … bambini!

Contesa tra Alba e Garessio, ove pare si mangi il miglior vitello tonnato d’Italia, la ricetta di questo sfizioso piatto, si prepara in modo davvero facile e veloce … anche per il cosiddetto chef dell’ultimo minuto. Ma vediamo quindi senza ulteriori indugi, con quali ingredienti, è possibile preparare in casa il vitel tonè:

  • foto vitello tonnato800 gr. circa di magatello di vitello;
  • 1/2 cipolla;
  • 1 carota;
  • uno spicchio di aglio;
  • 1 gambo di sedano;
  • 1 cucchiaio di aceto (facoltativo);
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • sale q.b.;
  • 160 gr. di tonno sott’olio;
  • 4 filetti d’acciuga;
  • 2 cucchiai di capperi;
  • 2 uova sode;
  • 300 ml di litro vino bianco secco;
  • limone.

Quanto poi al procedimento da seguire per preparare il vitello tonnato in casa, ecco come mamma o papà – o lo chef di turno – deve procedere passo-passo nelle diverse fasi della ricetta:

foto vitello tonnato

  • mettere il magatello, in acqua leggermente salata con la carota, la cipolla e il sedano – puliti per bene – aggiungere quindi un cucchiaio di aceto, uno di olio ed il vino, quindi procedere a lessare per circa 2 ore;
  • cuocere la carne a fuoco basso e con il coperchio chiuso, per circa 2 ore, quindi far raffreddare completamente, il pezzo di carne nel brodo;
  • procedere quindi a preparare la salsa tonnata mettendo nel tritatutto il tonno, i filetti d’acciuga, i capperi (lasciarne da parte una manciata per la decorazione), le uova sode spezzettate, un paio di cucchiai di olio, il succo di limone e quanto basta del brodo di cottura della carne, onde avere una salsina morbida ed omogenea;
  • prendere ora la carne ed affettarla a fettine non troppo spesse e ricoprirla con abbondante salsa, quindi decorare con i capperi rimasti;
  • lasciar insaporire la carne per un paio di ore, prima di servire in tavola: buon appetito!

Di Mamma Melacotta

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.